Alla Regione Calabria, serve URGENTEMENTE una "Figura Antidrangheta"

Alla Regione Calabria, serve URGENTEMENTE una “Figura Antidrangheta”

Alla Regione Calabria, serve URGENTEMENTE una “Figura Antidrangheta” operativa in tutti i contesti Territoriali, ennesime “Commissioni di rito” per “Riempire caselle” nell’Organigramma Politico NON BASTERANNO!


Gli Imprenditori Vessati costretti a chiudere le proprie attività a causa del Racket delle estorsioni già prima del Coronavirus, avevano constatato che:
“Il Collocamento nell’Antistato” è più agevole dei Centri per l’Impiego, e c’è sempre più gente costretta a passare dall’altra parte”.


Quando la miseria avvilisce lo spirito e la mente, addormentando la ragione, il richiamo dei “Notabili” di Ndrangheta è sempre più forte.


C’era chi “Buttando la spugna” a causa delle contromisure inefficaci che la Politica rappresentava, prima del Coronavirus aveva deciso di “saltare sul primo treno” per evitare di stare in Calabria a mendicare.
Oggi verificato che neanche quello si potrà fare sarà presto costretto a piegarsi al richiamo dei “notabili” prenotandosi un “41/bis”, se la Politica continuerà a fare “L’orecchio del Mercante”.


E’ risaputo: “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”.


SOLIDARIETA’ E PARTECIPAZIONE VERBALE, gran bella cosa,scuote gli animi, ma dura lo stesso tempo di un Terremoto, ma spesso non lascia traccia, come invece fa il Terremoto. Eccetto pochi casi, viene espressa con una miriade di inutili “Pacche sulla spalla”.


Dietro il sorriso, a risposta dell’ormai classica “Pacca sulla spalla Politica” ricevuta, dopo “attese estenuanti”, spesso si nasconde una sofferenza arrivata ai limiti della sopportazione, ma con qualche aspettativa.
Ma il tempo di comporto delle aspettative è scaduto per tanti, il Giudice Gratteri ha perfettamente ragione:
“E’ più facile corrompere perché c’è più gente costretta ad essere corrotta, asserisce inequivocabilmente”.


C’è chi ha tentato in tutti i modi di rimanere dalla parte dei “Giusti”. Aveva scelto da “Che parte stare” rinunciando al connubio con il “Malaffare”.
OGGI l’Italia, ma soprattutto la Calabria in recessione con la scusa del coronavirus, consentirà alla Ndrangheta opportunamente “Travestita” da magnanimi Investitori Francesi e Tedeschi, di acquistare sottocosto aziende, banche e attività varie in Calabria.


Ma non bisogna pensare solo ad “Operazioni” da Fiction, questo “Sistema” può essere adottato soprattutto a livello Locale.


Boss nostrani, “Dormienti” e travestiti da “Grandi Amici” potrebbero applicarlo anche per “Rilevare” il “Baretto” sotto casa.
Riattivare poi il sistema “Amicale” dei piccoli “PRESTITI” di Denaro contante, senza “Istruttoria Bancaria”:
NON SOLO!!


IL PERICOLO, IN VERITA’ GIA’ PALESATOSI, CI SARA’ ADESSO CHE GLI IMPRENDITORI VESSATI, IN CASO DI PERDURARE DELLA STATICITA’ POLITICO/AMMINISTRATIVA, SARANNO COSTRETTI A:
“CERCARE AIUTO ALLA NDRANGHETA”.
E’ allora SARA’ LO STATO, LA POLITICA CENTRALE E PERIFERICA A DOVER “BUTTARE LA SPUGNA”.
Bisogna scegliere DEFINITIVAMENTE da che parte stare, con chi stare, per che cosa stare, per continuare a vivere.

Giuseppe La Riccia

p.s. chi volesse approfondire sulla sua vicenda, clicchi sul Quotidiano d’Italia, qui

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.