Sparacia

Gianni Sparacia, la garanzia

Non ci finirà mai di stupire Gianni, mi permetto di chiamarlo per nome, vista la decennale amicizia che ci lega, con stima reciproca: non è un personaggio di quelli che chiamano o scrivono per avere un supporto limitato e temporaneo “promo domo sua”*

Ci ha inviato la sua presentazione ( ma non servono “raccomandazioni”) “Non c’è altro ambito della vita, a parte la guerra, nel quale si possano evidenziare ed esprimere, allo stesso tempo la nobiltà e la meschinità di un essere umano come la politica e il suo esercizio.” 

Un condensato di esperienza e stretta attualità, l’odio-amore che tutti nutriamo per la politica, quella nobile, non quella di chi promette 100 sapendo di dare 1.

Sparacia è una garanzia non vuole essere uno slogan ma una certezza per un uomo che ha dimostrato il suo valore a livello internazionale, e coi suoi anni l’esperienza e la saggezza è cresciuta, tanto che l’attaccamento alla sua città, Gallarate, lo spinge a tornare nell’arena della politica.

Ha dalla sua altri amici comuni da Anna, moglie dell’indimenticato e indimenticabile Fabio Castano con cui il sottoscritto aveva condiviso buona parte del percorso politico, e potrebbe indurre tanti non esattamente contenti del nuovo corso, a scegliere e optare al di fuori del trend attuale verso gli emergenti del periodo.

Anche Nicola, altra vecchia conoscenza, ha dalla sua sua esperienza e preparazione indiscussa, idem per la figura prestigiosa del commissario Caliendo, ma anche Simeoni e Longobardi daranno lustro con le loro rispettive e specifiche esperienze non comuni.

Una buona lista che puo’ far recuperare il “vecchio” corso di Forza Italia, depurato.

La nostra attenzione però è per l’uomo, Sparacia, che potrebbe essere determinante nel ruolo di sponsor per gli eventi viste le sue entrature, non un ruolo di potere e di caccia alla poltrona, come consuetudine della politica, ma di creatività e idee nuove realizzabili solo con la sua caratura e onesta, aspetto non secondario.

Il nostro è un appoggio come movimento CASA DEGLI ITALIANI, per individuare il meglio senza dubbi ed alcuna richiesta in cambio, sia chiaro: se avessimo altre mire staremmo a “cuccia” nell’attesa del nostro momento come altri nei partiti principali.

Scegliamo la serietà, la motivazione e la voglia di fare concreta e dimostrata in passato.

GIUSEPPE CRISEO

Presidente

CASA DEGLI ITALIANI

*Frase desunta dal titolo dell’orazione pronunciata nel 57 a. C. da Cicerone dinanzi ai pontefici, per chiedere che gli fosse restituita l’area della sua casa, che era stata incendiata dopo il suo esilio, e gli fosse dato il denaro per ricostruirla; viene talora adoperata a proposito di chi difenda calorosamente sé stesso o le proprie idee, o agisca a proprio vantaggio, sia direttamente, sia sostenendo posizioni di altri analoghe alle proprie.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.