Esito del Consiglio Comunale Straordinario del Comune di Bregano

Ieri sera, presso la sala consigliare del Comune di Bregano, si è tenuto il Consiglio Comunale Straordinario richiesto dai Consiglieri di Minoranza di Casadeglitaliani.

All’ordine del giorno vi era la votazione sull’istituzione di una commissione che, esaminata nel dettaglio la richiesta di commissariamento e la relativa documentazione presentata alle competenti Autorità, proponesse al Consiglio Comunale il da farsi nel merito.

Dopo la lettura integrale della richiesta di commissariamento di nove pagine, effettuata dal Consigliere dott. Maurizio Fulgenzi, come “previsto” la votazione è stata: favorevoli i tre consiglieri di Casadeglitaliani e contrari tutti i consiglieri di Maggioranza, compreso il Sindaco Alessandro Granella, che hanno motivato il voto contrario dichiarandosi di rimettersi alle decisioni delle competenti Autorità in merito alla richiesta di commissariamento il cui iter è ormai avviato.

Casadeglitaliani ribadisce che la richiesta di commissariamento del Comune di Bregano si è resa necessaria dopo il rifiuto da parte del Presidente dell’Unione Ovest Lago di Varese di aprire un tavolo di confronto in materia.

Il voto contrario e compatto della Maggioranza esprime senza dubbio la volontà di non porre alcun rimedio alle irregolarità che emergono dalla lettura della richiesta di commissariamento e la non volontà dei Consiglieri di Maggioranza, tutti Pubblici Ufficiali nell’esercizio delle loro funzioni, di adempiere agli obblighi che la carica loro impone.

Nella richiesta del Consiglio Comunale Straordinario depositata da casadeglitaliani era stato anche richiesto che partecipassero come uditori anche tutti i Consiglieri dell’Unione Ovest Lago di Varese ma non si sono visti. Non sono stati avvisati per non far sapere cosa conteneva la richiesta di commissariamento o non importa a nessuno?

Si riassumono così i temi trattati nella richiesta di commissariamento:

  1. doppia denominazione della strada che porta al complesso residenziale denominato Plan di Bregano che, a seconda di quanto serve al momento, risulta essere la Via E. Fermi o la Via privata E. Fermi con conseguente voluta confusione in merito alla determinazione dell’area di circolazione (violazione dell’art. 41 comma 2 del D.P.R. 223 del 30/05/1989) e della numerazione civica di riferimento (violazione dell’art. 42 comma 1 del D.P.R. 223 del 30/05/1989);
  2. numeri civici della Via E. Fermi, o facendo riferimento al punto A Via privata E. Fermi, pari e dispari, riferiti  ad edifici che non si affacciano sull’area di circolazione (violazione dell’art. 42 comma 1 del D.P.R. 223 del 30/05/1989);
  3. residenze concesse dal Comune di Bregano per gli abitanti degli edifici aventi numeri civici riferiti ad uno spazio privato;
  4. documenti di identità, e, di conseguenza, ogni documento personale che riporti tali residenze improprie, per circa quaranta famiglie residenti al complesso residenziale Plan di Bregano, con falsa certificazione  (falsa certificazione art. 477 c.p.);
  5. certificazioni degli impianti di riscaldamento, gas e dell’energia elettrica riferiti agli edifici di cui ai puti B, C e D con indicazioni fasulle.
  6. contratti di fornitura di servizi sottoscritti dai proprietari di abitazioni del Plan di Bregano (82 abitazioni e 82 autorimesse) indicando quanto loro forzosamente assegnato dal Comune di Bregano in base ai punti B,C e D;
  7. pagamenti di tasse irregolari (IMU, TASI e TARI) riferite agli edifici di cui ai punti B, C e D;
  8. irregolarità del Piano di Governo del Territorio P.G.T. riferite all’uso di un’aerofotogrammetria del 2008 al posto del P.R.G.C. del 1984 e scomparsa dal P.G.T. dei lotti componenti il Plan di Bregano e di tutti i servizi canalizzati asserviti;
  9. permessi irregolari rilasciati dall’Ufficio Tecnico del Comune di Bregano;
  10. abusivismo edilizio, fatto gravissimo dovuto alla mancanza di licenze edilizie. Gli immobili del Plan di Bregano (82 appartamenti, 82 autorimesse ed edifici di servizio) appaiono privi di regolare licenza edilizia. Quelle esistenti sono create ad arte senza fondamenti tecnici e giuridici, mentre gli edifici di servizio ne sono  addirittura completamente privi.
  11. bilanci comunali irregolari. Considerato quanto fin qui narrato è evidente l’irregolarità delle voci messe a bilancio con conseguente  irregolarità nello stesso bilancio consolidato dell’Unione dei Comuni Ovest del Lago di Varese di cui il Comune di Bregano fa parte.

  13 febbraio 2020

Il Consigliere del Comune di Bregano dott. Maurizio Fulgenzi

                                                                                     

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.