Menu Chiudi

Somma, pianti e stress a Mezzana

L’articolo sottostante proveniente da Varese Press, dimostra quanto siamo indietro nella legislazione sociale e sopratutto nella mancanza di risposta da parte delle istituzioni.

Se una persona ha problemi seri e certificati da foto e video e nessuno interviene la situazione potrebbe degenerare fino all’inverosimile.

Cosa proponiamo?

Una sorta di organismo locale di raccordo e aiuto sul territorio per quelle persone che sono in difficoltà e non si intende solo dei Servizi Sociali, si intende una consulta o come volete chiamarla, con la presenza di un rappresentante delle forze dell’Ordine, uno psicologo, un medico, e altre figure di supporto sociale.

Obiettivo? Dare serenità e una vita dignitosa e tranquilla a persone che hanno problemi finanziari e ne vogliono uscire, problemi famigliari che da soli non riuscirebbero a risolvere, casi di alcolismo e droga.

NON ABBANDONARE I CITTADINI ONESTI, NON E’ DA PAESE CIVILE.

GIUSEPPE CRISEO

PRESIDENTE CASA DEGLI ITALIANI

SEGUE L’ARTICOLO LOCALE

Somma, pianti e stress a Mezzana

Prosegue senza fine e speriamo non degeneri, il conflitto tra la signora di Mezzana e il suo vicino di casa.

Ne parliamo perchè non è la solita lite sui panni appesi, si tratta di sofferenza vera, provata con foto e video, di cui si stanno occupando anche i Carabinieri.

L’uomo in questione la disturba giorno e notte con musica ad alto volume, parolacce, minacce a chi la va a trovare, mozziconi gettati dall’alto, tegole buttate, senza per ora e speriamo mai, arrivare al contatto fisico.

Quando arrivano i Carabinieri il “signore” si fa per dire, smentisce tutto.

Come siamo convinti delle ragioni della donna? Ci sono foto e video evidenti della situazione di degrado

Cosa fare? O subisce o se ne va, nonostante sia a casa lei, lui in affitto.

I vicini fanno finta di niente, chi va a trovarla non se la sente di denunciare e la signora è sempre più stressata e sola.

La situazione non è semplice perchè non ci sono reati tali da ripristinare serenità e pace nella zona, e tutto prosegue nel disimpegno e disinteresse di coloro che vedono e non vedono, sentono e non sentono.

E poi ci si lamenta quando le situazioni esplodono con episodi di violenza, cosa fanno i Servizi Sociali, le altre Istituzioni locali e non?

1 Comment

  1. Pingback:Aiutiamo la signora di Mezzana – casadeglitaliani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.