Lombardia, l'Ordine dei Medici protesta per i tamponi

Lombardia, l’Ordine dei Medici protesta per i tamponi

Lombardia, l’Ordine dei Medici scende in campo per tutelare i suoi iscritti ma anche la sanità lombarda e i gli assistiti.

“Alcune strutture sanitarie stanno mandando via cittadini che vogliono farsi il tampone nonostante abbiano la prescrizione del medico di medicina generale.

E’ un fatto grave”.

La dichiarazione di Roberto Carlo Rossi, presidente dell’Ordine dei Medici di Milano che ha ricevuto stamattina più segnalazioni “da parte di colleghi ai quali i pazienti hanno riferito di essere stati mandati via, in alcuni casi anche in modo brusco”.

“Eppure – è la sua considerazione – Regione Lombardia aveva assicurato che almeno questa modalità sarebbe stata percorsa”.

Il Generale Figliuolo invece fa una “sparata” discutibile

“Bisogna avere molta pazienza, i cittadini fanno le file al Black Friday e vorremmo tutti vivere in un Paese perfetto, ma c’è gente che da due anni tira le fila e se si è preso un po’ di pausa il commissario se ne fa una ragione. Noi ci stiamo organizzando e abbiamo messo in campo risorse della Difesa.

Non è la panacea di tutti i mali ma un concorso in più alle Asl” 

Paragonare le file per gli acquisti a quelli per il tampone, non regge, afferma Giuseppe Criseo, Presidente di CASA DEGLI ITALIANI, che aggiunge: ” la fila per stare coi famigliari e’ un modo civile di rispetto per parenti e amici”, non e’ il caso di fare battute”.

La pazienza degli italiani e’ messa a dura prova, lavorino a testa bassa senza canzoncine e/o battute sconvenienti visto che si tratta della salute.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.