Menu Chiudi

Salvini contro l’abuso d’ufficio per difendere Fontana?

Il Fatto Quotidiano:” il governatore lombardo Attilio Fontana – indagato per abuso d’ufficio nell’ambito dell’indagine – ha detto agli inquirenti nell’interrogatorio dello scorso 13 maggio davanti ai pm di Milano che gli contestano un abuso d’ufficio per una nomina del suo ex socio di studio.

Salvini nel parla forse nel momento sbagliato, visto che siamo a poche ore dalle elezioni europee e comunali in tanti paesi, ma forse il motivo è tutelare la Lombardia.

La sua uscita pubblica ha lasciato stupiti: a Radio Anch’io su Radio 1 Rai Matteo Salvini si è detto “assolutamente” d’accordo a cancellare il reato di abuso d’ufficio. “Io – ha dichiarato il vicepremier e leader della Lega – voglio scommettere sulla buona fede degli italiani, degli imprenditori, degli artigiani, dei sindaci” ed invece oggi c’è “una burocrazia e una paura di firmare atti, aprire cantieri, sistemare scuole, ospedali”.

La mossa potrebbe essere dovuta a tutelare un amico importante e una regione fondamentale come la Lombardia, visti gli attacchi di vecchi sostenitori che dicono che Salvini si sia dimenticato del Nord.

Zaia per esempio: “La Lega è il partito egemone. Ma i ceti produttivi sono presenti soprattutto al Nord e hanno bisogno di una rappresentanza particolare, fatta di concretezza e coraggio” , ma anche Maroni: “come osservatore, senza incarichi e senza ruoli” di questa nuova formazione e non fa nomi, anche se il pensiero corre a Giovanni Toti. Non crede a un ritorno in auge di Silvio Berlusconi, perché “i moderati sono in via di estinzione” e riafferma il concetto: “Non serve più Forza Italia, serve un Forza Nord”.

Salvini non può rischiare di perdere il Nord produttivo e rischia il tutto per tutto proteggendo il Governatore Lombardo con la sua uscita sull’abuso d’ufficio.

Di cosa si tratta?

l’art. 323 c.p.:

«1. Salvo che il fatto non costituisca un più grave reato, il pubblico ufficiale o l’incaricato di pubblico servizio che, nello svolgimento delle funzioni o del servizio, in violazione di norme di legge o di regolamento, ovvero omettendo di astenersi in presenza di un interesse proprio o di un prossimo congiunto o negli altri casi prescritti, intenzionalmente procura a sé o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale ovvero arreca ad altri un danno ingiusto è punito con la reclusione da uno a quattro anni.2. La pena è aumentata nei casi in cui il vantaggio o il danno hanno un carattere di rilevante gravità.»

La sua uscita nei tempi sbagliati e senza consultare i suoi alleati pentastellati, rischia di avere contraccolpi elettorali magari lo avvicina a Berlusconi messo molto male politicamente parlando, e gli potrebbe fare perdere l’elettorato di Destra non incline ad aperture eticamente non giustificabili per chi vuole la ” schiena dritta”.

NE VEDREMO DELLE BRUTTE, SALVINI INDEBOLITO E GLI ALTRI A DESTRA SENZA GRANDI NUMERI.

Lo spazio nel centro-destra cresce, noi ci muoviamo in tal senso con chi ha idee, convinzioni ed etica simili alle nostre.

Giuseppe Criseo

Presidente

CASADEGLITALIANI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.